Don Giusto scrive al coordinamento profughi

Pubblichiamo di seguito la lettera del 23/09/2016 di don Giusto al coordinamento profughi.

Ognuno di noi leggendola si informa e farà le proprie riflessioni.
Resta comunque inequivocabile come, con questa lettera, don Giusto chiede semplicemente la collaborazione delle istituzioni, politiche e non, per affrontare al meglio questa emergenza, tenendo presente che non va affrontata solo come tale, ma pensata a medio/lungo termine.

Buona lettura



Buongiorno a tutti.  
Vi aggiorno sulla situazione della Parrocchia di Rebbio.                                    
Stiamo accogliendo mediamente tra i 60 e gli 80 Minori stranieri non accompagnati   da noi temporaneamente collocati dalla Polizia di Frontiera di Ponte Chiasso. Tra costoro 21 hanno fatto domanda formale di ingresso in comunità per MSNA ai Servizi Sociali del Comune di Como.                                                           
In questa notte dopo segnalazione della Polizia abbiamo accolto 35 persone che stazionavano fuori dal nuovo Campo CRI. Per la maggioranza erano nella notte stessa stati respinti alla frontiera oppure scoperti senza badge nei container e fatti uscire. Questa mattina stessa orienteremo il gruppo al nuovo Campo CRI per chiedere accoglienza.                                                                   
Per quanto riguarda i Minori SNA la nostra disponibilità nei prossimi giorni si ridurrà di molto vista le necessità di spazi per le attività ordinarie dell'Oratorio.Ne informo tutti per non trovarsi impreparati.                                                               
Pregherei tutti quanti di passare nella nostra parrocchia a verificare la situazione dei Minori.                                                                                                 
La situazione di emergenza nella città di Como non fa che aumentare e necessita di un piano politico globale in cui tutti  le forze della cittadinanza comasca possano intervenire sia nella elaborazione che  nella attuazione del piano stesso. Propongo quindi un tavolo di elaborazione politica globale  coordinato dal Comune di Como che convochi tutte le forze istituzionali,associative ed altro.   
Se non vogliamo subire dobbiamo prevenire.                                
Buona giornata.     
Giusto Della Valle

Commenti

Post popolari in questo blog

Lettera a Espansione TV

ORARIO ESTIVO SS.MESSE FESTIVE Nella città di COMO