LA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO HA BISOGNO DELLA PACE!

ORRORI E ATROCITA’ INDICIBILI IN R.D.C.

Dal 1996, la Repubblica Democratica del Congo, RDC in sigla, sta vivendo la scena di tutti gli orrori e le atrocità indicibili.

Nella notte del 15 ottobre 2014, 30 persone sono state massacrate nei quartieri di Kadu e Ngadi a Beni, est della RDC.

Il quartiere Ngadi si trova proprio accanto ai campi militari delle FARDC (Forze Armate della Repubblica Democratica del Congo) e la MONUSCO (Missione dell’ONU per la Stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo, in sigla MONUSCO. Più grande missione del mondo).
Dal 1996, nonostante la presenza della MONUSCO, la RDC è sempre aggredita dai gruppi armati in provenienza del Ruanda, Uganda e Burundi con il sostegno estero e il sostegno delle multinazionali.
Le donne e i bambini sono le prime vittime di questi orrori e queste atrocità. Già più di 6.000.000 di congolesi sono morti nel silenzio della comunità internazionale e quello dei media.

Mentre colui che si dice Presidente della Repubblica Democratica del Congo, Hippolyte KANAMBE, alias “Joseph KABILA”, dalla tribune dell'ONU, cito: “Sono lieto di dirvi oggi che la RDC è di nuovo un paese in piedi, un paese dove la pace ritrovata si consolida ogni giorno”, Giovedi, 25 settembre 2014, in occasione del 69° dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite tenutasi a New York, pretendeva avere pacificato il paese, ecco in immagini ciò che smentisce il suo discorso ogni giorno.

José Yango W'Etshiko “yajovin52@ymail.com” 17 Ottobre 2014 [hinterland1]

Foto di Samy MISONIA

Quì di seguito alcune immagini, scelte tra le "meno atroci" delle numerose pervenute.










Commenti

Post popolari in questo blog

Don Giusto scrive al coordinamento profughi

Lettera a Espansione TV

L’OrtoGiardino di Rebbio a Linea Verde